Caricamento Eventi

Nasce l’Agricoltura 4.0: metodologie di coltivazione sostenibili, digitalizzazione, consapevolezza alimentare. L’esempio degli enzimi.

24 novembre 2017 - Orario: 17:30 - 18:30

La più grande minaccia per l’ambiente non sono ne industria ne trasporti. Il più grande pericolo per il nostro pianeta è quello che consumiamo a colazione, pranzo e cena. Le terre sfruttate per l’agricoltura e l’allevamento sono 2/5 delle terre emerse, l’agricoltura è la principale fonte di inquinamento e di consumo dell’acqua.

Tra il disboscamento ed il metano prodotto dagli allevamenti nel mondo il “bisogno” di cibo genera più gas della somma di automobili, camion, aerei, treni e navi; infatti mai come oggi abbiamo vissuto un’età di abbondanza alimentare. 840 milioni di esseri umani ancora oggi soffrono di malnutrizione, nel 2050 ci saranno altri 2 miliardi di persone da sfamare. Accanto a questi dati, circa 1.4 miliardi di persone sono obese o sovrappeso, numero crescente nei Paesi a rapida crescita economica perché la loro dieta sta cambiando molto velocemente.

La sfida nei prossimi anni è da un lato mangiare meno per mangiare meglio, dall’altro coltivare con sistemi a basso impatto ambientale e sensibilizzare le persone ad un consumo sempre più etico. Parleremo di innovazione in agricoltura sotto tanti aspetti, partendo dagli enzimi. Enzima è un termine generico, indica un catalizzatore proteico che si forma all’interno delle cellule degli esseri viventi. Ovunque vi sia vita, in animali o piante, gli enzimi sono al lavoro.

Dagli studi del Dott. Hiromi Shinya (Il Fattore Enzima) emerge come quando la loro carica energetica si indebolisce ci ammaliamo, mentre quando la loro carica energetica è ottimale, stiamo di nuovo bene perché solo l’organismo può guarire se stesso.

Dettagli

Data:
24 novembre 2017
Ora:
17:30 - 18:30
Categoria Evento:

Organizzatore

Egidio Alagia

Prenota gratuitamente questa conferenza (valida per una persona)

Nome e Cognome

Indirizzo

Località

Nazione

Età

Telefono

Email

Eventuali note:

Tisana