Tisana MalpensaFiere

In casa il giardino è zen

  • Redazione
  • Redazione

Nato intorno al XIII secolo con l’avvento al potere dei samurai, il giardino zen riflette i principi della filosofia zen che conduce l’uomo alla piena consapevolezza di sé “qui-eora”, in base a due principi fondamentali: essenzialità ed intuizione. E proprio questi due concetti si ritrovano nella creazione di un giardino zen, che, a differenza del giardino occidentale, luogo aperto in cui camminare e coltivare, è uno spazio chiuso, riservato, da contemplare. Caratterizzato in particolare da sabbia e pietre, che per i giapponesi possiedono un’anima e una personalità, può anche contenere qualche vegetale e un piccolo stagno.

Generalmente ha una forma classica, chiamata karesuansui che, tradotto letteralmente significa “giardino di pietre“. In un monastero buddista della città di Kyoto si trova il giardino zen perfetto: si chiama Ryoanji e non se ne conosce né autore né data di realizzazione (probabilmente intorno al quindicesimo secolo). Ha forma rettangolare ed è realizzato con sabbia bianca, pettinata in onde leggere, e 15 pietre, tutte sempre visibili da ogni lato, tranne una a significare il mistero della natura.

COME REALIZZARE UN GIARDINO ZEN IN CASA
Anche in casa è possibile realizzare un giardino zen, chiamato bonseki (letteralmente, rocce su un vassoio) con un budget ristretto. Basta riciclare una cornice di legno e riempirla con ghiaia adatta a rappresentare l’acqua e il vuoto. Nella scelta delle pietre, che rappresentano le montagne, va posta particolare attenzione al colore che non deve essere uniforme. Posizionate le pietre, con l’uso di un piccolo rastrello si realizzano le onde.

Il bonseki va sistemato al centro o al lato ovest della stanza e deve essere sempre illuminato: dalla luce del sole di giorno e da una lanterna in materiali naturali, come bambù e carta di riso, durante la notte. Avere un giardino zen può contribuire a creare uno spazio per la meditazione. Ma non solo: i monaci giapponesi affermano che anche realizzarlo aiuta il rilassamento, concentrando mente e copro in attività semplici ma creative.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tisana