Tisana MalpensaFiere

Idroterapia, curarsi con l’acqua

  • Redazione
  • Redazione

La naturopatia fa largo uso delle tecniche di idroterapia, essa rappresenta una soluzione naturale a molti problemi fisici: cellulite, emorroidi, gonfiori,congestione toracica,catarri. Spesso l’idroterapia è effettuata in centri specializzati, in quanto non tutte le terapie sono prescrivibili per tutti i soggetti, ma esistono moltissime tecniche riproducibili a casa che ci aiuteranno a risolvere in maniera efficace alcuni dei problemi più comuni.

UNA BIOTERAPIA SEMPLICE

L’idroterapia è una terapia che semplicemente può essere inserita nella nostra pratica quotidiana di igiene e cura personale, conoscere, quindi, le diverse pratiche idroterapiche è un’opportunità utilissima per autogestirsi nella cura dei piccoli disturbi quotidiani dettati dalla vita concitata e stressata dei nostri giorni. Alcune avvertenze: il corpo deve essere sempre caldo prima dell’inizio di qualisiasi terapia, e qualunque partica va effettuata lontano dai pasti. Inoltre durante il periodo mestruale per le donne è consigliabile la sospensione delle pratiche che prevedono l’utilizzo dell’acqua fredda.

La doccia: ideata da Sebastian Kneipp, è il più comune strumento di igiene. Utilizzando il “telefono” della doccia, dopo la doccia calda, ci si passa l’acqua fredda gradualmente dal piede destro risalendo su tutta la gamba e ripetendo poi il tutto sul lato sinistro. Con le stesso metodo si passa sulle braccia, per ultimi addome,schiena e viso.

La spugnatura: tecnica delicata e piacevole, con una spugna si eseguono i movimenti prima descritti per la doccia. È un ottimo rimedio per il rassodamento dell’epidermide. Si possono usare estratti di piante, come thè verde e betulla che aiutano l’effetto rassodante.

La doccia facciale: perfetta per tonificare i tessuti rilassati del viso e per chi soffre di irritazioni di natura acneica, si irrorano le zone interessante con acqua fredda. L’abluzione degli occhi: bisogna irrorare gli occhi con acqua fredda per almeno 15 volte. Questa pratica è perfetta per eliminare la sensazione di stanchezza, ridurre i segni dello stress e i gonfiori. Attenzione: questa pratica è sconsigliata in caso di sinusiti.

Il pediluvio: fatto con l’acqua calda è perfetto per rilassarsi prima di andare a dormire. In caso di raffreddori, congestioni nasali o respiratorie si può aggiungere all’acqua calda della polvere di senape.

L’idroterapia alternata: la più valida terapia contro gonfiori e senso di stanchezza. È incredibilmente efficace sul senso di stanchezza delle gambe dopo una faticosa giornata di lavoro. Si utilizzano due contenitori, uno con acqua fredda l’altro con acqua calda, si immergono i piedi prima nella bacinella calda poi in quella fredda, tenendo a mente che la permanenza nell’acqua fredda deve essere più breve rispetto a quella nell’acqua calda. Se fatto su tutta la gamba, grazie al solito “telefono”, porta all’ irrobustimento dell’apparato circolatorio.

I bagni: raggiunge il suo apice se fatto nel mare, quindi se potete approfittatene! Il bagno è uno dei metodi più efficacie per combattere lo stress di tutti i giorni. Ci sono dei piccoli segreti per ottenere un perfetto bagno rilassante: in una vasca piena di acqua calda, aggiungete 5/6 gocce di oli essenziali per rilassarvi potete scegliere tra lavanda, camomilla,mandarino se invece vi serve una carica di energia, magari prima di un uscita serale, scegliete pompelmo, limone, bergamotto, eucalipto o rosmarino. Aggiungete inoltre 2 cucchiai di latte di mandorla o di un olio vegetale a vostra scelta. Inoltre potete aggiungere del sale marino integrale o del sale vulcanico. Immergetevi e scaricate le tensioni, il potere dell’acqua farà tutto il resto. Evitate ogni tipo di bagno schiuma che inficerebbe il risultato.

Queste sono solo alcune delle tecniche dell’idroterapia, non resta solo che iniziare a farsi curare dal potere dell’acqua.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tisana