Tisana MalpensaFiere

Tè verde, concentrato di virtù

  • Redazione
  • Redazione

Ricavato dai germogli e dalle foglie giovani della Camellia sinensis, pianta sempreverde, il tè è una bevanda antichissima e molto amata. Si racconta, infatti, che il tè fu inventato in Cina nel 2700 a.C. dall’imperatore Shen Nung che mise le foglie di questa pianta in una brocca di acqua bollente. Universalmente diffuso e conosciuto nelle tre varianti nero, oolong e verde, così classificate secondo il metodo di lavorazione, il tè è apprezzato non solo per il gusto, ma anche per le sue innumerevoli proprietà terapeutiche. In particolar modo il tè verde, prezioso alleato anti-invecchiamento e anti-tumorale. Gli scienziati hanno, infatti, notato come i Paesi con il più alto consumo di tè verde (Cina e Giappone) mostrino una bassa percentuale di ammalati di cancro, in particolare di cancro al seno, al colon, alla pelle, al pancreas, all’esofago e allo stomaco. Ma non solo: i giapponesi fumatori, ma grandi consumatori di tè verde, godono di una protezione in più contro il cancro ai polmoni.

Tutto ciò è dovuto ai suoi componenti che includono carotenoidi, clorofilla, polisaccaridi, grassi, vitamina C ed E, manganese, potassio e zinco. Ma sono soprattutto i polifenoli che forniscono i maggiori benefici: sono catechine con potenti proprietà anti-ossidanti, appartenenti a un sottogruppo dei flavonoidi, che, oltre che nel tè, si trovano in molti vegetali, nel caffè, nel cioccolato e nel vino rosso. A differenza delle altre tipologie, nel tè verde l’ossidazione delle catechine è minima, per cui sono mantenute intatte le proprietà antiossidanti, soprattutto quelle di catechine fortemente bioattive indicate dagli esperti come le più importanti per la prevenzione dei tumori.

Le catechine del tè verde hanno inoltre un potere antiossidante 20 volte più forte della vitamina E nel proteggere i lipidi del cervello e inibiscono la telomerasi, l’enzima che rende “immortali” le cellule tumorali. Per gli scienziati il tè verde sarebbe anche in grado di inibire l’angiogenesi, cioè lo sviluppo di nuovi vasi sanguigni che servono ai tumori per crescere e formare metastasi.

Ma non solo ingerito: recenti studi hanno dimostrato che applicato direttamente sulla pelle, il tè verde può proteggere dai danni causati dai raggi UVB e contro il rischio di melanomi. Tra gli altri ottimi motivi per iniziare a consumare tè verde ci sono la riduzione dei livelli di colesterolo LDL e di trigliceridi, l’aumento dei livelli di HDL, il colesterolo buono, la riduzione del rischio di diabete, l’eliminazione dei batteri del cavo orale che causano carie e alito cattivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tisana